Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

La SSD CreCas Città di Palombara è lieta di annunciare il ritorno in maglia rossoblù del centrocampista classe 1993 Alija Hrustic. Per tre stagioni nella Prima Squadra, fin dall’esordio in Eccellenza nel 2014/2015, Hrustic ha lasciato il CreCas in estate per trasferirsi alla Boreale Don Orione. Ma quello del centrocampista è un gradito ritorno per la società, che lo ha sempre apprezzato per le doti tecniche, la professionalità e le qualità umane che lo contraddistinguono.

Ad una settimana dalla sosta natalizia e prima del match con il Città di Ciampino, i ragazzi di Scorsini affronteranno nella sedicesima giornata la Boreale Don Orione. A vedere la classifica, si tratta di una sfida tra i due vertici, quello alto occupato dai sabini, che cercheranno di proseguire la loro corsa, e quello basso dai romani, che, con solo dodici punti sono in piena lotta salvezza. I viola potrebbero essere in ripresa e hanno grandi motivazioni per disputare una buona gara (il colpo dell’ultimo minuto è l’esperto difensore Di Gioacchino).

Quinta vittoria consecutiva quella ottenuta dal CreCas Città di Palombara sul difficile campo del Cynthia: la firma sui tre punti la mette Giovanni Giordano, esterno classe 1996, che, con il suo gol, permette alla squadra di continuare a viaggiare a vele spiegate e di restare anche in questa settimana in testa alla graduatoria del girone A.

Quattro vittorie di fila: questo il bilancio dell’ultimo mese per il CreCas Città di Palombara guidato da mister Scorsini, che anche nella giornata scorsa ha convenzionato i tre punti battendo la quotata UniPomezia.

ILMESSAGGERO.IT - Alessandro Monteverde | Il Crecas continua il suo cammino in testa al girone A di Eccellenza, lasciandosi alle spalle quelle big che negli scontri diretti, hanno sempre ceduto il passo alla formazione rossoblu.

Una cavalcata impressionante finora, come quella che domenica contro l’Unipomezia ha portato al gol Michele Gallaccio, mattatore del big match giocatosi al Torlonia.