Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

La sconfitta di domenica scorsa è stata solo un piccolo incidente di percorso: i rossoblù tornano al successo al “Fattori”, dove in rimonta superano il Civitavecchia grazie alle reti di Calabresi, Palermo e Gallaccio, confermando la grande determinazione che da inizio stagione li contraddistingue.

CIVITAVECCHIA - CRECAS CITTÀ DI PALOMBARA 1 : 3

MARCATORI Tabarini 4’ st (Ci), Calabresi 14’ st, Palermo 25’ st, Gallaccio 38’ st (Cr)

CIVITAVECCHIA Nencione, Treccarichi, Iacomelli (35’ st Beziccheri), Befani, Gimmelli (40’ st Di Fiandra), Di Gioacchino, Fatarella (22’ st Gaudenzi), Filangeri, Tabarini, Marino, Coco (29’ st Cerroni) A DISPOSIZIONE Sanfilippo, Pietranera, Fiorni ALLENATORE Germano

CRECAS CITTÀ DI PALOMBARA De Angelis, Cupelli (8’ st Iovine), Giordano, Palmieri, Calabresi, Passiatore (35’ st Schiavon) Palermo, Fiorentini, Gallaccio (43’ st De Dominicis), Collacchi (49’ st Rulli), Ortenzi (41’ st Galvanio) A DISPOSIZIONE Sbraga, Bragalone ALLENATORE Scorsini

ARBITRO Bertuzzi di Piacenza

ASSISTENTI Romagnoli e Jorngji di Albano Laziale

NOTE Ammonito Marino. Ang. 1 – 8. Rec. 0’ pt, 5’ st.

CRONACA DELLA PARTITA

Il team di Scorsini tesse le trame di gioco fin dalle battute iniziali, affrontando un avversario che quasi mai lo mette in difficoltà. Al 17’ la punizione di Palermo dai 25 m di sinistra raggiunge in area Palmieri, la cui sponda permette a Calabresi di provare con una mezza girata: palla che esce di poco. 2’ dopo Collacchi conquista il pallone sulla trequarti e giunge davanti a Nencione, che vanifica la sua conclusione. Al 31’ Cupelli, sulla fascia, riceve da Collacchi e crossa per Ortenzi, il cui destro di prima intenzione non crea troppi problemi al numero uno di casa.

Il Civitavecchia si fa vivo solo al 42’ con il calcio piazzato di Marino, che fa solo il solletico a De Angelis: la prima frazione di gara si chiude a reti inviolate.

Tutto succede infatti nella ripresa. Al 4’ è Tabarini a sbloccare il risultato infilando sotto al sette per il vantaggio nerazzurro, che però non scalfisce i sabini.

Trascorrono solo 10’ e Palermo calcia il corner che Nencione allontana, a riconquistare la sfera è ancora Palermo, che crossa al centro dell’area, dove svetta capitan Calabresi, che di testa pareggia i conti.

Dalla parte opposta del campo, al 17’, Marino riesce a servire Tabarini, che, tenuto a bada da Giordano, non fa male all’estremo difensore ospite.

È il CreCas a dimostrare di voler portare a casa i tre punti e al 26’ Gallaccio guadagna un calcio piazzato dai 22 m. Lo batte Palermo, che è una sentenza per tutti i suoi avversari tra i pali: destro a giro e palla all’incrocio per l’1 a 2.

2’ dopo la triangolazione tra Iovine e Ortenzi si chiude con la botta del primo, che il numero uno avversario para in tuffo.

Al 38’ il definitivo tris: Collacchi allarga a destra per Schiavon, che pennella il cross per Gallaccio, il numero nove incorna e mette la firma sulla vittoria che vale la vetta della graduatoria.

DICHIARAZIONI POST GARA

FOTOGALLERY