Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Ancora una volta il CreCas Città di Palombara dimostra tutto il suo cinismo: nella quattordicesima giornata la vittima è l’UniPomezia, che Gallaccio mette ko nel secondo tempo, appena Ortenzi gli serve l’assist.

I pometini, infatti, giocano un buon primo tempo e confezionano più di un’occasione da gol, ma la squadra di Scorsini non si scompone, rimane compatta, ordinata e sempre concentrata, non spaventandosi mai e concedendo ben poco, invece, nella ripresa.

CRECAS CITTÀ DI PALOMBARA - UNIPOMEZIA 1 : 0

MARCATORI Gallaccio 11’ st (C)

CRECAS CITTÀ DI PALOMBARA De Angelis, Cupelli, Giordano (44’ St Palmieri), Marini, Calabresi, Passiatore, Palermo (30’ st Morici), Fiorentini, Gallaccio (35’ st Fischetti), Collacchi (41’ st Galvanio), Ortenzi (50’ st Rulli) A DISPOSIZIONE Sbraga, Iovine ALLENATORE Scorsini

UNIPOMEZIA Savioli, Ilari, Feraiorni Verrone, Partipilo, Casciotti, De Santis (24’ st Ceccarelli), Franceschi (41’ st Mastrogiovanni), Ramceski (30’ st Spaziani), Tozzi, Valle (24’ st Ciaramelletti), Delgado (30’ st Lupi) A DISPOSIZIONE Santi, Porzi ALLENATORE Cangiano

ARBITRO Martinelli di Ostia Lido

ASSISTENTI Perna e Mancuso di Roma 1

NOTE Ammoniti Passiatore, Gallaccio, Ortenzi. Ang. 1 – 5. Rec. 1’ pt, 6’ st.

CRONACA DELLA PARTITA

Gli ospiti ci provano dopo 14’ dal fischio d’inizio con Delgado, il cui rasoterra è controllato bene da De Angelis. Il numero uno di casa è decisivo 4’ più tardi, quando in tuffo compie il miracolo sul tiro da distanza ravvicinata di Partipilo, che aveva sfruttato bene il corner di Delgado.

Alla mezz’ora Ilari crossa, Delgado fa sponda e Valle prova il tiro, ma è tenuto a bada da Calabresi e De Angelis blocca il pallone.

2’ dopo la risposta dei locali, con Gallaccio che si libera di due avversari e conclude dal fondo, impensierendo poco Savioli.

La prima frazione di gara si chiude con i biancogranata in avanti. Al 39’ Franceschi riceve da Ramceski e crossa per Tozzi, che al volo piazza la palla in rete, ma l’assistente alza la bandierina: offside della punta e gol annullato. 5’ dopo corner di Delgado sul primo palo e colpo di testa di Ilari: De Angelis è una saracinesca e con un altro prodigio gli sbarra la porta.

Si va negli spogliatoi sul 0 a 0.

Al 4’ della ripresa Palermo batte una punizione dai 25 m di destra e Collacchi incorna: è facile per l’estremo difensore ospite.

Sul capovolgimento di fronte Ilari conclude da fuori area colpendo la traversa.

Trascorrono 5’ e Ortenzi, centrocampista classe ’99 tra i migliori in campo, lancia Gallaccio, che scatta sul filo del fuorigioco, aggancia la sfera e lascia per strada la retroguardia avversaria arrivando a tu per tu con Savioli: conclusione a colpo sicuro e rete che si gonfia per l’1 a 0.

Al 48’ si sfiora il raddoppio: cross tagliato di Palmieri per Galvanio, il cui tiro di prima intenzione costringe il portiere pometino a distendersi e ad allontanare in corner.

Al triplice fischio, sorride il CreCas, che batte la corazzata UniPomezia difendendo la vetta della graduatoria, che per questa settimana condividerà con il Ladispoli (vincente ad Artena), in attesa del prossimo match con il Cynthia.

HIGHLIGHTS

DICHIARAZIONI POST GARA: Alessio De Angelis

FOTOGALLERY