Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

GAZZETTA REGIONALE - Francesco Mancin | La formazione di Scorsini mantiene ad oggi la miglior difesa del campionato, merito di un reparto granitico e delle prodezze dei propri numeri uno.

Con sole 17 reti subite in 25 partite, il CreCas vanta attualmente la miglior difesa dell’intero campionato di Eccellenza, alla pari del Cynthia di Aldo Franceschini. Una vera e propria fortuna per la formazione allenata da mister Scorsini, ancora pienamente in corsa per tentare l’ambito salto di categoria.

Una squadra, quella sabina, che ha trovato nella solidità difensiva la sua miglior arma a disposizione, per un reparto molto ben consolidato e che vanta nomi del calibro di Marini, Passiatore, Calabresi etc.

Una grande mano, nel vero senso della parola, la stanno dando inoltre i due portieri della compagine rossoblù, Alessio De Angelis e Matteo Sbraga.

Riguardo il primo, classe ’87, è stato protagonista praticamente per tutto il girone d’andata, mantenendo la propria porta inviolata in nove occasioni, infilando oltre 450 minuti di imbattibilità tra la 12esima e la 16esima giornata.

Il portierone ex Lazio ci ha messo sicuramente del suo nella grandissima prima parte di stagione degli uomini di Scorsini, rivelandosi un muro insormontabile contro giocatori di grandissimo spessore.

Nell’ultima parte di campionato, invece, la porta dei rossoblù è stata difesa allo stesso modo egregiamente dal giovane Matteo Sbraga, classe ’98 ex L’Aquila e Maceratese. L’estremo difensore è salito in cattedra con interventi da portiere affermato, mostrando sicurezza a tutto il reparto nonostante la giovanissima età.

Ricordiamo in particolare la parata sensazionale sul tentativo ravvicinato di Lunghi nella sfida interna contro la Lepanto Marino, vinta poi dal CreCas di misura grazie al sigillo su rigore di capitan Calabresi.