Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

1 a 1 è il risultato finale tra CreCas Città di Palombara e Polisportiva Monti Cimini: la giornata numero trenta non decreta vincitori e assegna un punto che non accontenta né gli uni né gli altri. I viterbesi restano in ultima posizione, mentre i sabini si allontano dal terzetto di testa lasciando per strada due punti che sulla carta sembravano facili.

CRECAS CITTÀ DI PALOMBARA - POLISPORTIVA MONTI CIMINI 1 : 1

MARCATORI Bussi rig. 11’ st (C), Francescangeli 22’ st (PMC)

CRECAS CITTÀ DI PALOMBARA De Angelis, Bragalone (31’ st Cupelli), Palmieri, Marini, Calabresi, Passiatore, Palermo (31’ st Morici), Bussi, Collacchi, Ortenzi A DISPOSIZIONE Sbraga, Hrustic, Galvanio, Fischetti, Gallaccio ALLENATORE Scorsini

POLISPORTIVA MONTI CIMINI Tomarelli (12’ pt Opara), Francescangeli, Cesaretti, Mancini, Maccaroni, Bricchetti, Sargolini Daniele (29’ st Martino), Onofri (12’ st Bernardes), Moretti, Abot (41’ st Altissimi), Fioravanti (12’ st Sargolini Alessio) A DISPOSIZIONE Di Battista, Rosato ALLENATORE Oliva

ARBITRO Aronne di Roma 1

ASSISTENTI Morano di Roma 2 e Caretti di Roma 1

NOTE Ammoniti Fiorentini, Bussi, Mancini, Maccaroni, Francescangeli. Ang. 8 - 10. Rec. 5’ pt, 3’ st.

 

CRONACA DELLA PARTITA

La prima frazione di gara è un continuo botta e risposta. Al 9’ Palmieri dalla destra mette al centro e prova Collacchi, disturbato da Tomarelli, che evita il gol ma rimedia un colpo alla mano ed è costretto ad uscire lasciando spazio al dodicesimo Opara.

Al 15’ angolo per gli ospiti battuto da Mancini sul primo palo, dove incorna Maccaroni senza successo. Al 21’ invece è Abot a far partire un diagonale dopo una svista difensiva avversario, trovando la risposta dell’estremo difensore rossoblù: palla che esce di un nonnulla.

A parti invertite, al 28’, Palermo indirizza una punizione verso l’area per Calabresi, che di testa manda fuori di pochissimo.

Alla mezz’ora Mancini calcia il corner, Moretti fa sponda e Abot incorna a due passi da De Angelis, che compie il miracolo e salva la porta.

6’ più tardi, dalla porta opposta del campo, la botta di Fiorentini dalla distanza esce di poco, mentre al 42’ Bussi si invola sulla fascia sinistra e appoggia per Palermo, che tenta il destro violento, allontanato da Opara. In pieno recupero lo spunto di Bragalone, che da posizione defilata lascia partire il destro a giro colpendo in pieno la traversa.

Il parziale cambia all’11’ della ripresa, quando Fioravanti aggancia in area Bragalone e il direttore di gara assegna il penalty in favore dei locali: Busi si presenta sul dischetto e firma l’1 a 0.

Il vantaggio dura solo pochi minuti perché al 22’ Abot crossa in area, Moretti stoppa e va di rovesciata, la palla termina sul palo e resta davanti alla linea di porta prima che Francescangeli arrivi per buttarla dentro: 1 a 1.

Nei minuti finali i padroni di casa provano invano a ritrovare il vantaggio: al 37’ Ortenzi crossa verso il secondo palo per Morici che non arriva per la zampata vincente, mentre 1’ dopo Ortenzi incrocia il tiro, spazzato via da Bricchetti.

HIGHLIGHTS