Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

La gara con la Boreale doveva servire a cancellare le ultime due sconfitte consecutive con UniPomezia e Cynthia e rendere onore a un campionato che ha visto i ragazzi di Scorsini tra i protagonisti del girone A fino a qualche mese fa. E invece sono stati i romani a conquistare i tre punti grazie a due gol evitabili e protetti dagli undici di Baldari dopo l’espulsione di Morici al 20’ della ripresa.

BOREALE DON ORIONE - CRECAS CITTÀ DI PALOMBARA 2 : 1

MARCATORI Ferazzoli 7’ pt (B), Ortenzi 33’ pt (C), Messina 43’ pt (B)

BOREALE DON ORIONE Sinibaldi, Buccioni (43’ st Fogli), Dovidio, Somma, Mileto, Di Gioacchino, Messina (8’ st Campi), Ferazzoli, Gambale (16’ st Pagni), Paruzza (35’ st Arenella), Teti (22’ st Leonardi) A DISPOSIZIONE Cerreti, Troiani ALLENATORE Baldari

CRECAS CITTÀ DI PALOMBARA De Angelis, Bragalone, Cupelli (1’ st Fischetti), Marini, Calabresi, Palmieri, Palermo (29’ st Giordano), Morici, Bussi, Collacchi, Ortenzi A DISPOSIZIONE Sbraga, Hrustic, Ranucci, Marroni, Gallaccio ALLENATORE Scorsini

ARBITRO Ciarniello di Roma 2

ASSISTENTI Conti di Roma 2 e Gentilezza di Civitavecchia

NOTE Espulso al 20’ st Morici (C) per doppia ammonizione. Ammonito Buccioni. Ang. 2 – 2. Rec. 0’ pt, 3’ st.

 

CRONACA DELLA PARTITA

Il parziale cambia dopo appena 7’, quando Paruzza serve Ferazzoli, che da pochi passi spinge la palla in rete per il vantaggio viola.

Al 14’ prova la reazione il CreCas: Bragalone dalla sinistra crossa al centro per Bussi, anticipato da Mileto.

4’ dopo, a parti invertite, Teti calcia da 20 m non lontano dal palo.

Gli ospiti vengono fuori al 25’ con Ortenzi che scalda il piede non centrando la porta, ma 7’ più tardi il suo destro dal limite non perdona e si infila sotto al sette.

Poco dopo il tentativo è di Morici, con Sinibaldi che si distende rifugiandosi in corner. Al 37’ ancora i sabini: Palmieri lancia Bussi largo a destra, che appoggia indietro per Morici, la cui conclusione di prima intenzione non crea difficoltà al numero uno di casa.

Ma al 43’ sono i locali a passare dopo una dormita generale della retroguardia avversaria che permette a Messina di avere la meglio in area e a insaccare per il 2 a 1 con il quale si chiude la prima frazione di gara.

Dopo l’intervallo l’unica occasione dei rossoblù è al 7’, quando Morici incorna su invito di Bussi non centrando la porta. Poi il centrocampista nel giro di pochi minuti rimedia due cartellini gialli e deve abbandonare anticipatamente in rettangolo verde.

La Boreale controlla la gara e al 37’ va vicino al tris con l’ex Dovidio che sgancia un mancino costringendo De Angelis a deviare in corner: termina 2 a 1.