Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Attraverso la propria pagina Facebook, mister Marco Scorsini ha voluto analizzare la stagione appena trascorsa, ringraziando tutti i suoi collaboratori. Una stagione per il suo amato CreCas bella e difficile, nella quale per la prima volta la squadra ha potuto allenarsi in orari diversi rispetto agli anni passati, e che ha portato i suoi frutti nella parte iniziale. Tanto lavoro, umiltà e profilo basso sono state le linee guida in un campionato che la dirigenza sapeva sarebbe stato molto complicato, considerando la competitività del girone e la forza delle avversarie. Il sesto posto è il risultato di tante variabili, che i vertici societari hanno analizzato e sulle quali si deve riflettere per migliorarsi ancora in vista della programmazione per la prossima stagione.

Di seguito il testo integrale del tecnico rossoblù:

Si è concluso domenica un "percorso" iniziato nove mesi fa con una "rifondazione di squadra" (cambiati 15/20 della rosa), che ci ha visto assoluti protagonisti sino a pochi mesi dal termine, in un girone definito da tutti come uno dei migliori raggruppamenti di Eccellenza degli ultimi quindici anni.

Di solito, gli addetti ai lavori si soffermano sulla classifica finale e sull'andamento delle ultime gare; io invece andrò controcorrente, volendo ricordare i sette mesi di Campionati giocati alla grande su tutti i campi della Regione, con una solidità di Squadra eccezionale (miglior difesa del Campionato) e con una mentalità da "vera big", tanto da conquistare il titolo di CAMPIONE D'INVERNO.

Non posso però non menzionare la parte finale del campionato che ci ha visto in grande difficoltà per i motivi che io, i ragazzi e tutta la Società conoscono molto bene. Devo sottolineare che è stato per me un anno ricco di soddisfazioni e di difficoltà.

Fare calcio alla CreCas non è stato semplice, in quanto si vivono giornalmente "situazioni diverse" rispetto alle altre Società di calcio.

Oggi però quello che mi sento di fare è RINGRAZIARE TUTTI VOI, dal magazziniere Francesco all'accompagnatore Stefano, alla nostra addetta stampa Veronica, a tutti i ragazzi, allo staff, al Direttore Sportivo Costanzo (mia ombra in questi nove mesi e grande professionista), al Direttore Generale Laurini (persona squisita, competente, difficile da trovare in questi ambienti), al Presidente Valentini, uomo vulcanico e passionale, con il quale ho instaurato un rapporto vero basato sul confronto continuo ed al quale devo tanto per avermi dato, durante la stagione, la possibilità di raggiungere il "mio sogno", ovvero quello di prendere il "patentino" da Allenatore Professionista.

A VOI TUTTI GRAZIE, vi porterò sempre nel mio cuore.

MARCO SCORSINI